Fotografia

Nino Vichan “Desert Abstract” – 15 aprile 2014

Nino Vichan presenta “Desert Abstract” una serie di elaborazioni fotografiche ispirate al deserto.

In collaborazione con la Maison d’Aneli e ArtEdLand l’inaugurazione è prevista per il giorno 15 aprile 2014 alle ore 21:00 CET (12:30 SLT)

Snapshot_nino_001

 

 

 

 

 

 

 

 

Nino wrote about his work:

I created these abstract images as a reflection on my recent sojourn to the desert and mountain ranges of Nevada.  These images express my inner thoughts and feelings from that profound experience and go beyond the quotidian impressions of my visual sensory channel.
With awe and solemn wonderment I became transfixed by the brilliance of the stars.
_____________________________________________________________

The White Spectral Line

The white line down the center of the stone hard pavement
pierced the vast, endless stretches of the high plateau
with the exactitude
of a surveyor’s laser sharp precision

The unyielding pavement carved a void
in which the velocity I traveled became
silent and still

The white spectral line fractured into a multitude of wave lengths;
setting the dormant colors careening through my visual cortex

I was lifted into the deep, enveloping, cobalt blue immensity
that etched the boundary of sky and earth
beyond the vanishing point of my perception

The clear white light of the sun
bathed the reddish brown soil of the high desert plateau,
miles above sea level,
with a solar energy
that liberated the refracted spectral waves
and set them shimmering

The intoxicatingly thin,
pure white air
vibrated with the deep reds and ethereal yellows
that were released from the dry cracked earth
in a riot of constantly blending hues
of orange and ochre

As evening fell, the shadows deepened
and reveled the rough-hewn textures of earth and sand
melding into the craggy purple rock sentinels
that stood as silent witnesses
to the plummeting temperatures,

as the frozen night air arrested all living movement

Taxi: http://maps.secondlife.com/secondlife/Myhns%20Land/196/168/2231

 

La città futurista in Second Life – il Giornale OFF

L’ultima installazione di Eduland uno spazio virtuale in 3Dispirato alle opere dei futuristi Fortunato Depero e Tullio Crali.

di Marina Bellini

Se i Futuristi avessero avuto a disposizione i mondi virtuali, tra cui il più noto Second Life, chissà cosa avrebbero costruito – ci siamo chiesti ogni volta in cui abbiamo realizzato installazioni d’arte sul Futurismo, attualizzandolo.

La piattaforma 3D è da molti anni un’immensa fucina di talenti che propongono progetti d’arte e la condivisione con migliaia di utenti internazionali ne accresce il valore. C’è anche chi utilizza la piattaforma per divulgare l’arte e farla conoscere a studenti giovanissimi che cominciano a prendere confidenza con il building. E’ il caso di Eduland, uno spazio virtuale 3D in Second Life che vede nella didattica dei mondi virtuali l’opportunità per creare nuovi e strategici ambienti di apprendimento.

Il progetto è realizzato dall’Istituto Comprensivo “G.Rodari” di Rossano Veneto (VI) all’interno della sperimentazione denominata “Classe Digitale”, in cui le nuove tecnologie dell’informazione e comunicazione trovano estese applicazioni nella didattica quotidiana.

L’ultima installazione di Eduland è dedicata al Futurismo e traduce le opere di Fortunato Depero e Tullio Crali nello spazio tridimensionale del metaverso.

Gli spazi e i volumi sono “abitati” da marionette e animali, creati ispirandosi ai modelli di Depero per i “Balli Plastici” o ai disegni e bozzetti pubblicitari dello stesso autore.

Il lavoro, realizzato da Giovanni Mayer, aka Myhns Mayo, con la collaborazione di Giorgio Mayo, Corennia e Ville Valo, è un suggestivo parco giochi, popolato da marionette colorate che accolgono il turista tramite una sorprendente interattività.

La “Città Futurista” non è solo un’esperienza visiva, ma offre una varietà di contenuti per un viaggio sonoro tra le parole in libertà.

L’esplorazione della Città Futurista in Second Life è piacevole anche per gli adulti e chi tra loro non conosceva il famoso movimento di Marinetti ha approfondito le sue ricerche, stimolato dalla visita immersiva.

Guidati da un’insegnante d’arte, i ragazzi della scuola media hanno invece elaborato le loro visioni del futurismo, creando fantastici disegni d’ispirazione futurista.

La creatività nei mondi virtuali diventa dunque scambio e confronto, alimenta la conoscenza ed è anche stimolo all’educazione emozionale.

Tra tutti i social network, i mondi virtuali sono una nicchia destinata a crescere grazie all’evoluzione tecnica cui sono soggetti. Second Life, la grid più sviluppata, è utilizzata da numerose università straniere per progetti di ricerca: dalla psicoterapia, mediante la ricostruzione di ambienti immersivi in cui si accompagnano pazienti nella rielaborazione di traumi, al learning mediante aule di studio; dalla progettazione architettonica in 3D, alla realizzazione di nuove forme d’arte interattiva. Artisti e designer italiani sono apprezzati in tutto il mondo e, collaborando all’esecuzione di progetti internazionali, valorizzano il “Made in Italy” anche tramite i mondi virtuali.

 

L’articolo, il filmato sono pubblicati sulla testata giornalistica “Il Giornale OFF” www.http://www.ilgiornaleoff.it/la-citta-futurista-second-life/

Mistero Hifeng – Intervista

mistero_hifengCom’è iniziata brevemente la tua esperienza in Second Life?
Nel 2007 incuriosito dai media sono entrato in Second Life

Quando hai scoperto la tua passione artistica?
Adoro creare cio’ che la fantasia mi suggerisce. Second Life mi ha regalato tutto questo……il “nuovo” modo di vedere le cose e’ nato proprio da qui.

Pratichi questa tua passione in SL o anche in RL
In entrambi i “mondi, sono appassionato di grafica e di fotografia .

Da dove attingi l’ispirazione per le tue opere in SL?
L’ispirazione nasce dalla musica , da pensieri, momenti,stati d’animo,  idee ……

I lavori che esporrai qui ad ArtEdLand hanno un tema specifico o una chiave di lettura?
Nessun tema specifico in quanto, seguo semplicemente il flusso dei miei pensieri e il mio stato d’animo. La cosa che mi piace e’ che ognuno puo’ leggerci o trovarci qualcosa di se stesso le emozioni che una foto suscita in te possono essere diverse da quelle che suscita in un altro. Non c’è una chiave specifica di lettura in quello che ho fatto se non il fine di provare piacere  per il puro gusto di quest’ultimo. Il piacere che ti carezza l’animo … condivisione di sensazioni.

Mistero Hifeng ad ArtEdLand

mistero_manifest_definitivo

Opening of ” Rockerduck Bogdanovich”

Rockerduck_001 Rockerduck_002 Rockerduck_003 Rockerduck_004 Rockerduck_005 Rockerduck_006 Rockerduck_007 Rockerduck_008 Rockerduck_009 Rockerduck_010 Rockerduck_011 Rockerduck_012 Rockerduck_013 Rockerduck_014 Rockerduck_015 Rockerduck_016 Rockerduck_017 Rockerduck_018 Rockerduck_019 Rockerduck_021 Rockerduck_022 Rockerduck_023 Rockerduck_024 Rockerduck_025 Rockerduck_026 Rockerduck_027 Rockerduck_028 Rockerduck_029 Rockerduck_030 Rockerduck_031 Rockerduck_032 Rockerduck_033 Rockerduck_034 Rockerduck_035 Rockerduck_036 Rockerduck_037

Opening di Megan Prumier

Opening “Moya Patrick”

Opening “Faery Sola”

Opening Cullan Suntzu “Carlo Criscione”

Si ringraziano tutti i partecipanti per la piacevole serata.

Opening Maryva Mayo “All my Reds”

Calendario

April 2017
M T W T F S S
« Oct    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930